Assaggialemilia.it!

Assaggialemilia.it!

L'annuncio Del Nuovo Windows 11: Quali Sono Le Novità E Se Conviene Fare L'aggiornamento

, Admin

Il 24 giugno, Microsoft ha annunciato il suo nuovo sistema operativo, Windows 11. In precedenza, gli utenti avevano già visto trapelare sul web la versione non ufficiale per sviluppatori. In realtà non è molto diversa da quella presentata da Microsoft, l'unica cosa è che è già una versione ufficiale e funziona in modo più stabile. Di seguito vediamo come Windows 11 si differenzia da Windows 10 e se ha senso effettuare l'aggiornamento quando se ne presenta l'occasione.

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Contenuti

  1. Caratteristiche principali
  2. Fase di installazione
  3. Taskbar e menu di avvio
  4. Widget
  5. Cerca
  6. Distribuzione delle finestre
  7. Altri cambiamenti
  8. Requisiti di sistema

Principali differenze

Ecco i punti salienti,

Ecco i punti salienti di ciò che rende Windows 11 diverso da Windows 10, oltre ad alcune interessanti novità.

Fase di installazione

Il processo di installazione è quasi indistinguibile da quello di Windows 10, tranne che per il logo aggiornato del sistema operativo e per un paio di elementi. Le differenze principali si notano già nelle fasi finali, quando è necessario preconfigurare il sistema operativo prima di effettuare l'accesso. La prima cosa che noterete è un diverso design delle finestre: bordi arrotondati, effetto vetro smerigliato, icone ridisegnate, sfumature aggiunte.

È inoltre degno di nota il fatto che Windows 11 richiederà obbligatoriamente l'accesso a un Microsoft Global Account, ovvero il vostro account. In '10' è possibile evitare questa operazione creando un account locale. Se non si vuole ancora accedere al proprio account e si preferisce limitarsi a un account locale, si dovrà obbligatoriamente disconnettersi da Internet e indicare che al momento non è possibile connettersi alla rete.

Il resto delle impostazioni sono più o meno le stesse. Alcuni di essi abbiamo deciso di rimuoverli. Questo vale per le impostazioni di personalizzazione. La personalizzazione di Windows 11 è possibile al termine dell'installazione, della configurazione e dell'accesso.

Barra delle applicazioni e menu Start

La prima cosa che noterete è una barra delle applicazioni e un menu Start ridisegnati. Nel pannello, tutti gli elementi, ad eccezione di ora, data, informazioni sul layout e altri dati tecnici, sono centrati. Anche il pulsante di avvio è ora centrato. In questo modo Windows 11 assomiglia di più a Mac OS o a qualche distribuzione Linux.

Anche il menu Start è ora centrato sullo schermo. Inoltre, le piastrelle introdotte in Windows 8 sono scomparse. Ora presenta solo un elenco di applicazioni, suddivise in categorie fisse e consigliate, oltre all'accesso ai principali strumenti del sistema operativo e a cartelle come Documenti, Download, ecc.

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Le icone sulla barra delle applicazioni possono essere espanse o rimosse del tutto. Possiamo personalizzare la barra delle applicazioni a nostro piacimento, scegliendo il colore primario e la posizione. Sembra che sarà persino possibile posizionare gli elementi non al centro, ma sul lato sinistro.

Widget

I widget sono stati precedentemente tentati di implementare in Windows 10, ma il risultato è stato mediocre. Qui c'è una sezione separata che, se cliccata, apre un elenco di widget. La barra dei widget può anche essere completamente personalizzata aggiungendo o rimuovendo alcune tessere. Se lo si desidera, può essere disabilitato in generale.

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Vale la pena notare che, sebbene i widget non siano completamente implementati. Alcune voci di menu non sono disponibili e, secondo Microsoft, questa sezione del sistema operativo sarà ulteriormente migliorata in futuro. Nella build unita i widget funzionavano solo una volta. Questo problema non era ovviamente presente alla presentazione di Microsoft, ma la sezione deve ancora essere finalizzata.

Ricerca

La ricerca è stata leggermente migliorata rispetto a Windows 10. Ora è più facile cercare gli articoli richiesti, perché è possibile selezionare la categoria dell'oggetto che si sta cercando. Inoltre, la ricerca stessa è ora più veloce sul lato del sistema. Tuttavia, a parte un'interfaccia più intelligente, la ricerca di sistema non ha ricevuto particolari modifiche.

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Distribuzione delle finestre

Gli amanti del lavoro con più finestre contemporaneamente su un desktop e un monitor potranno ora distribuire più comodamente lo spazio di lavoro. Mentre in Windows 10 era necessario allungare ogni finestra singolarmente o spostarla ai lati dello schermo, con Windows 11 è possibile utilizzare gli strumenti di raggruppamento delle finestre integrati. Per visualizzare le opzioni disponibili per il raggruppamento delle finestre, è sufficiente fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di espansione e selezionare l'opzione desiderata per il raggruppamento delle finestre aperte.

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Altre modifiche

Le principali modifiche che i clienti possono notare riguardano principalmente il design: le finestre sono ora semitrasparenti con angoli arrotondati, tuttavia lo stile non è coerente, il che fa apparire i vecchi strumenti di Windows come Gestione periferiche, Pannello di controllo e così via un po' fuori luogo. Anche le icone sono state ridisegnate: ora hanno bordi più morbidi e un riempimento sfumato. Tuttavia, non tutte le icone sono state ridisegnate, quindi in alcune parti del sistema è possibile trovare "Ciao da un'altra era".

L'annuncio del nuovo Windows 11: quali sono le novità e se conviene fare l'aggiornamento

Inoltre alle finestre sono state aggiunte ombreggiature morbide, animazioni per la gestione delle finestre - minimizza, massimizza, chiudi. È inoltre possibile aggiungere al sistema sfondi animati. In "10" e nelle versioni precedenti di Windows, è possibile installarli, ma per farlo è necessario utilizzare applicazioni di terze parti.

Requisiti di sistema

Il punto più controverso di Windows 11.

  • Processore a due core da 1GHz;
  • Spazio su disco - 64GB;
  • Remote RAM - 4GB;
  • Display - da 9 pollici con risoluzione 1366x768;
  • Scheda video - supporto DirectX 12 o WDDM 2. x.

A prima vista, questi requisiti non sono nulla di eccezionale. In teoria, Windows 11 dovrebbe funzionare anche su un computer debole del 2010 o precedente. Tuttavia, il nuovo sistema operativo non supporterà tutti i processori. I processori Intel sono supportati solo a partire dalla fine del 2017 e quelli AMD solo dalle ultime generazioni. È possibile che con l'aggiornamento e il perfezionamento del sistema i requisiti diventino più morbidi, ma per il momento Windows 11 è disponibile solo per gli utenti con hardware relativamente nuovo.

Leggi anche:
Come condividere il WiFi da un laptop su Windows 10
Rimuovere lo screen saver in Windows 10
Come capovolgere il desktop in Windows 10
Task Manager non si apre in Windows 10

Windows 11, come un tempo Windows 10, sarà gratuito per gli utenti di versioni legali di vecchie versioni del sistema operativo (in questo caso "10"). Nel prossimo futuro Microsoft intende lanciare un programma insider, che consentirà anche di scaricare una build di prova. Tuttavia, quando si lavora con una build di prova, bisogna essere preparati al fatto che questa build potrebbe fallire.

Cosa ne pensate? Effettuerete l'aggiornamento o resterete con il vecchio 10?